I nostri eventi






Martedì 17 luglio 2018


Martedì 26 giugno 2018


Martedì 19 giugno 2018


Martedì 17 aprile ore 17:30


Martedì 10 aprile 2018, ore 18


Martedì 27 marzo 2018, ore 18

Martedì 30 gennaio 2018, ore 18


Martedì 16 gennaio 2018, ore 18


Martedì 28 novembre 2017, ore 18


Giovedì 16 novembre, ore 18


Martedì 14 novembre, ore 18


Martedì 7 novembre, ore 18


Martedì 26 settembre, ore 18


Martedì 4 luglio 2017, ore 18


Martedì 20 giugno 2017, ore 18


Martedì 6 giugno 2017, ore 18


Martedì 23 maggio 2017, ore 18


Martedì 16 maggio 2017, ore 18


Giovedì 11 maggio 2017, ore 17


Mercoledì 3 maggio 2017, ore 17:30


Martedì 2 maggio 2017, ore 18


Martedì 18 aprile 2017, ore 18


Martedì 21 marzo 2017, ore 18


Martedì 14 marzo 2017, ore 18


Martedì 28 febbraio 2017, ore 17:30


Martedì 14 febbraio 2017, ore 18


Martedì 7 febbraio 2017, ore 18

Mercoledì 11 gennaio 2017, ore 16:45


Martedì 13 dicembre 2016, ore 18


Martedì 29 novembre 2016, ore 18


Martedì 22 novembre 2016, ore 18


Martedì 21 giugno 2016 alle ore 18:00


Mercoledì 8 giugno 2016 alle ore 18:00


Martedì 24 maggio 2016 alle ore 18:00

Martedì 17 maggio 2016 alle ore 18:00

Martedì 3 maggio 2016 alle ore 18:00

Martedì 12 aprile 2016 alle ore 17:30


Martedì 5 aprile 2016 alle ore 18

presso la sede di Palazzo Ducale

 

Michele Marchesiello

 

terrà una conversazione sul tema

 

Le neuroscienze in tribunale

Un giurista ‘di confine’, si propone di   tracciare una prima mappa dei territori ancora in gran parte sconosciuti in cui si avventurano – con obiettivi e strumenti diversi ma spesso convergenti – la giurisprudenza e le neuro-scienze. Quel terreno comune è il controverso binomio mente - cervello   e la ricerca investe la capacità dell’uomo di determinarsi ed essere considerato ‘responsabile’: quindi capace di essere giudicato ‘colpevole’. Negli ultimi anni le indagini e le occasioni di incontro si sono andate moltiplicando, dando luogo a una quantità di saggi, ricerche, esperimenti, prassi giudiziarie e sentenze il cui interagire è spesso viziato dalla scarsa, reciproca familiarità tra i due punti di osservazione e intervento: quello delle neuroscienze e quello della giustizia. L’ingenuo giurista si propone di ridurre quello spazio di non-conoscenza e liberarlo per quanto possibile da pregiudizi, idee ricevute, equivoci: a cominciare da quelli che condizionano le nozioni di libero arbitrio, colpa, responsabilità. Proprio in questa prospettiva, si è ritenuto di trascurare la dimensione teorica a favore di un esame approfondito delle più recenti vicende giudiziarie, italiane e statunitensi, che hanno costituito e tuttora costituiscono importanti occasioni di discussione da parte di scienziati e giuristi.

 

Michele Marchesiello, magistrato, dal 2007 a riposo su sua domanda, è nato a Bolzano ma è quasi sempre vissuto a Genova. Laureato in giurisprudenza con una tesi sulla sociologia del diritto di Max Weber, ha trascorso un anno presso la Brandeis University (USA) e più o meno lunghi periodi di studio e formazione a Colonia, Dallas, Salisburgo, Lussemburgo. Come magistrato, ha trascorso metà della sua carriera facendo il pubblico ministero. Stanco di accusare, ha dedicato l’altra metà alla giustizia civile, come presidente di una sezione del tribunale di Genova specializzata nella materia contrattuale.  Dal 1997 al 1998 è stato assegnato quale esperto giuridico presso il Tribunale Penale Internazionale dell’Aja per i crimini di guerra commessi nella ex Jugoslavia. Negli ultimi anni ha presieduto la Sezione specializzata nella materia della proprietà intellettuale (brevetti, copyright, marchi), istituita presso il Tribunale di Genova. Ha scritto numerosi libri in materia giuridica e non: alcuni al confine – incerto – tra il diritto e la letteratura. Attualmente svolge attività giornalistica collaborando al quotidiano genovese ‘Il Secolo XIX’ e al giornale on-line ‘Blitzquotidiano’ prevalentemente sui temi della giustizia. È stato fondatore della rivista ‘Giurisprudenza Ligure’ e direttore scientifico di ‘Spazio e porti’, trimestrale di Ligurian Ports, l’associazione che riunisce le tre Autorità Portuali di Genova, La Spezia e Savona. E’ membro del Consiglio di Gestione dell’organismo per la mediazione e l’arbitrato, istituito presso l’Ordine degli Avvocati di Genova. Dal 2007 al maggio 2014 è stato membro del ‘comitato di garanzia’ di Sviluppo Genova, società a partecipazione pubblica, la cui ‘mission impossible’ è il recupero delle aree ex-industriali della provincia di Genova (Cornigliano in particolare). Dal 2008 al 2010 è stato consulente giuridico dell’Autorità Portuale di Genova.          

 


Venerdì 15 aprile 2016 - Gita a Monza

Programma: partenza ore 7:30 in pullman davanti al Liceo D'Oria;

  visita alla Villa Reale;

  pranzo in centro;

  visita al Duomo di Monza e alla Cappella di Teodolinda recentemente restaurata;

         rientro a Genova entro le ore 20.

 

Si prega di dare conferma dell'adesione entro il giorno 29 marzo 2016 al numero 010565141 o scrivendo una mail al nostro indirizzo info@letturescientifiche.it

 


Martedì 15 marzo 2016 alle ore 18

 

presso la sede di Palazzo Ducale

M. Elisabetta Tonizzi

presenterà il volume di

Gianni Marongiu

 

“La politica fiscale nell’età giolittiana”

 

alla presenza dell’autore


Mercoledì 2 marzo 2016 alle ore 18

La storia dei popoli baltici, abitanti dell’attuale Estonia, Lettonia e Lituania, è una storia lunga, complessa e talvolta drammatica. Nel XIX secolo questi popoli cercarono e trovarono le radici della loro storia nel mito, nel ruolo fondamentale della lingua popolare e nei canti folkloristici, e acquisirono il concetto romantico di nazione, con il suo conseguente travagliato sviluppo.

 

Mercoledì 2 marzo 2016 alle ore 18

presso la sede di Palazzo Ducale

Harvey Goldblatt

terrà una conversazione sul tema

I Popoli Baltici attraverso i secoli:

identità nazionale e diversità culturale

 

Harvey Goldblatt insegna letterature medievali slave alla Yale University e dirige il Dipartimento di Lingue e Letterature Slave presso la stessa Università. E’ tra i maggiori specialisti delle tradizioni letterarie e culturali dei paesi slavi, dai Balcani alla Slavia orientale, e dal Mar Nero al Mar Baltico. E’ autore di molti importanti studi su teoria e prassi nella storia letteraria degli slavi ortodossi e sul loro rapporto con le idee e le tendenze occidentali. E’ stato Master del Pierson College a Yale dal 1994 al 2013.


Venerdì 19 febbraio 2016 alle ore 18 

 

Visita guidata alla mostra

"Luciano Borzone - pittore vivacissimo nella Genova di primo Seicento" 

 

presso Palazzo Nicolosio Lomellino, Via Garibaldi 7

 

guiderà il gruppo la dott.ssa Anna Manzitti, curatrice della mostra e autrice di una monografia dedicata all'artista.

 

Costo del biglietto: €10 a persona.

 

Per info e prenotazioni contattare la Segreteria (010 565141 - info@letturescientifiche.it) entro venerdì 12 febbraio

 

 


Martedì 9 febbraio 2016 alle ore 18 

presso la sede di Palazzo Ducale

 

Silvia Neonato intervista Mercedes Bo

sul tema

1953 – 2016

Dalla contraccezione alla libertà sessuale:

la storia dell’AIED si intreccia con quella

delle donne e degli uomini italiani

 

Mercedes Bo, nata a Genova nel 1948, nel 1971 fonda, con Sergio Rugiati ed altri, la Sezione A.I.E.D. di Genova che apre il primo consultorio in città. Negli anni ’70, per il suo impegno aborto, istituzione dei consultori pubblici). Nel 1990 viene eletta nel Consiglio Comunale di Genova. Attualmente è presidente dell’AIED di Genova e ne coordina l’attività culturale e sanitaria. Dal 2002 è vicepresidente nazionale dell’AIED.

 

Silvia Neonato si è laureata in filosofia a Genova nel 1974. Programmista regista, ha lavorato nella sede romana della Rai dal 1978 al 1986. Giornalista professionista, ha cominciato sul “Manifesto” nel ’76, per poi approdare nell’89 al Secolo XIX, dove è stata prima redattore nel settore interni ed esteri e poi responsabile del settore cultura e spettacoli dal 2001 al 2008. Ha diretto la rivista “Blue Liguria” e il sito “Blue Cult” (2010-2015) ed è redattrice della rivista culturale e politica delle donne “Leggendaria”.